FRATELLO E SORELLA

#Fratelloesorella

Naike Rivelli

Naike Rivelli nasce a Monaco di Baviera il 10 ottobre 1974, è un’attrice, modella e cantante italiana. Ha lavorato in cinema e in tv e dal 2010 ha intrapreso la carriera di cantante pop.

Andrea Fachinetti

Andrea Fachinetti nasce a Roma il 24 ottobre 1987, è un attore principalmente noto per i suoi ruoli nei film  Genitori & figliJ - Agitare bene prima dell'uso (2010) e Father (2011).

La carriera di Naike

Naike inizia la carriera cinematografica all'età di 16 anni, nel 1990, quando viene scelta dal regista Ettore Scola per recitare nel film Il viaggio di Capitan Fracassa. In seguito recita piccoli ruoli in produzioni italiane e internazionali, tra cui South Kensington di Carlo Vanzina, Casanova di Lasse Hallström, Open Graves di Álvaro de Armiñán e Benvenuti al Sud di Luca Miniero. In tv conduce, nel 1999, Paperissima Sprint e recita nelle miniserie Il conte di Montecristo e Jesus Video - L'enigma del Santo Sepolcro. Nel 2005 partecipa come concorrente al reality show di Rai Uno Il ristorante. Nel 2010 esordisce come cantante pop con lo pseudonimo Nayked e nel febbraio 2011 pubblica il suo primo album, Metamorphose Me, anticipato dal singolo I Like Men. Due anni più tardi esce il singolo Queen of The Dancefloor, con Alexandra Damiani, Axer e Ornella Muti, cui segue, nel febbraio 2014, Defaillance.

 

Il questionario di Naike 

Descrivi il tuo carattere in poche parole:
Non riesco a definirmi perché cambio costantemente, sono semplice e complicata allo stesso tempo, volubile. Ci sto mettendo una vita a capire chi sono.

Ti piace viaggiare? Quali luoghi hai visitato?
Tantissimo, ho visto quasi tutto il mondo con mia madre. L’aereo è come una culla per me. Ho anche vissuto viaggi di tutti i tipi in hotel, in camper, ecc…

Qual è il viaggio più estremo che tu abbia mai fatto?
I vari ritiri di meditazione yoga che ho fatto. Si dorme a terra, si divide tutto, sono luoghi molto poveri. Sono posti ed esperienze che ti tirano fuori dal mondo.

Hai qualche fobia?
Le altezze mi spaventano un po’, sento il richiamo del vuoto. E non amo particolarmente gli insetti.

Cosa pensi ti mancherà di più?
Nulla in particolare.

Com’è il rapporto con il tuo compagno di viaggio?
Adoro Andrea, è perfetto, è una delle persone più speciali che io conosca. Se non fosse mio fratello sarebbe l’uomo della mia vita. Quando è nato ero nel pieno della mia adolescenza, quindi non l’ho goduto tanto. Ci siamo avvicinati quando lui è cresciuto. Andrea è un ragazzo giovane ma dall’animo antico, ha le spalle larghissime, sopporta tanto. Per me è quasi come se fosse un gemello da quanto siamo legati.

Quali potrebbero essere i vostri punti di forza e di debolezza?
Lui è molto pratico, ha uno spiccato senso dell’orientamento, ma tende a stare molto sulle sue. Io invece sono molto sociale, mi butterò facilmente tra la gente, nelle loro case e a cercare passaggi.

Chi sarà l’elemento trainante della coppia?
Dipenderà dalla situazione, credo che ci daremo forza a vicenda.

Perché Pechino Express?
Amo viaggiare e per me Pechino Express è un dono. Uno dei regali più belli della vita è quello di poter viaggiare, vedere il mondo e conoscere altri luoghi e altre persone. Poi adoro l’avventura, non sapere dove sto andando…

 

Il questionario di Andrea

Descrivi il tuo carattere in poche parole:
Sono una persona allegra, molto felice e alla mano, mi arrabbio poco. Però sono anche competitivo. Una volta che lo spirito della gara mi prende, mi impegno molto per raggiungere un obiettivo, anche se paradossalmente non mi piace vedere gli altri perdere.

 

Ti piace viaggiare? Quali luoghi hai visitato?
Adoro viaggiare. In questo senso ho avuto la fortuna di avere genitori vagabondi, che hanno viaggiato parecchio. Viaggiare per la nostra famiglia è molto importante, perché ti apre la mente. È la cosa più bella che ci sia in assoluto. L’Europa l’ho vista quasi tutta, buona parte degli Stati Uniti, l’India, il Giappone, l’Egitto, le Maldive.. Sono stato veramente dappertutto.

Qual è il viaggio più estremo che tu abbia mai fatto?
Ho fatto molte traversate in barca, alcune anche di sei giorni.

Hai qualche fobia?
L’altezza, ma non è una grande paura. Mi fanno tremendamente schifo gli insetti.

Cosa pensi ti mancherà di più?
La pasta. Su questo sono proprio italiano!

Com’è il rapporto con la tua compagno di viaggio?
Con Naike ho un rapporto fantastico, che si è cementato negli ultimi anni. Siamo diventati molto uniti. Ci vogliamo veramente tanto bene, siamo in sintonia e ci accettiamo completamente. È un rapporto forte, un amore che va al di là dei momenti di tensione che ci possono essere.

Quali potrebbero essere i vostri punti di forza e di debolezza?
I nostri punti di forza sono che ci sproniamo a vicenda, ci supportiamo nel momento del bisogno e ci conosciamo benissimo. Le nostre debolezze sono la mia pigrizia e forse anche il fatto di punzecchiarsi, di irritarsi come può succedere tra fratello e sorella.

Chi sarà l’elemento trainante della coppia?
Dipende dalle situazioni, sicuramente ci alterneremo. La testa di serie è lei, io poi la seguo e offro il mio supporto. Quando lei avrà bisogno ci sarò io.

Perché Pechino Express?
Per il viaggio, senza ombra di dubbio! Poi c’è tutto il resto, ma in primis per il viaggio. Poi vado con mia sorella, che posso volere di più?