Logo Rai3

House Band

Radiodervish

I Radiodervish, nati a Bari nel 1997 dal sodalizio artistico tra Nabil Salameh e Michele Lobaccaro, sono tra i gruppi più affermati della scena world italiana con all’attivo sette dischi  e la partecipazione a prestigiosi festival e manifestazioni in Italia e nel mondo. In 12 anni di attività la formazione pugliese ha interagito  con numerosi musicisti internazionali tra i quali Noa,  Franco Battiato, Orchestra Araba di Nazareth, Jovanotti, Stewart Copeland, Caparezza, Nicola Piovani, CSI e ha spesso dialogato con altri linguaggi espressivi dando  vita a progetti speciali che hanno coinvolto Giuseppe Battiston, Carlo Lucarelli, Valter Malosti e Teresa Ludovico.

Riconoscibili grazie agli inconfondibili intrecci sonori disegnati dall’incontro della melodia con testi che affondano le radici sia nella tradizione araba che nella musica d’autore italiana, i Radiodervish sono stati ospiti dei più importanti palcoscenici italiani  (Premio Tenco, Festival di Villa Arconati a Milano, Primo Maggio, Arezzo Wave, La Notte della Taranta, Mantova Musica Festival, Auditorium Parco della Musica, Blue Note di Milano, Palazzo delle Esposizioni di  Roma e Salone internazionale del libro di Torino) e internazionali (Beirut, Bruxelles, Atene, Betlemme nella VII edizione del Concerto per la Vita e per la Pace, Tel Aviv e Parigi al prestigioso Théatre de l’Olympia).

BIOGRAFIA

BEYOND THE SEA è il settimo album dei RADIODERVISH, gruppo fondato nel 1997 da Nabil e Michele Lobaccaro che nel tempo, partendo da una matrice world, ha moltiplicato le sue esperienze musicali in ogni direzione, lasciando tracce di questo ricco percorso anche a livello discografico.
Dopo il primo album “Lingua contro lingua” (1998 - Polygram / I Dischi del Mulo), prodotto da Giovanni Lindo Ferretti e Massimo Zamboni, con “Centro del mundo” (2001 - Cosmasola / Il Manifesto) la band pugliese ha definito appieno una poetica e  una visione del mondo, schierata dalla parte di quell’umanità nomade e sradicata che affolla oggi le grandi città d’Italia e d’Europa. Successivamente, i RADIODERVISH hanno realizzato un lavoro intorno ai versi del mistico persiano Rumi, consegnato all’album “In search of Simurgh” (2004 - Cosmasola / Il manifesto) prodotto da Saro Cosentino e distribuito anche in Giappone, Cina, Taiwan  e Corea. Le melodie, i personaggi e le vicende narrate nel disco si intrecciano ad “Ali di Polvere”, scritto di Teresa Ludovico, dando vita ad uno spettacolo, una suite orientale in cui le canzoni e le musiche dei Radiodervish sono accompagnate in scena dalle letture di Teresa Ludovico.
Nel 2006, una tournée teatrale “Amara Terra Mia” insieme all’attore Giuseppe Battiston, un tributo a Domenico Modugno e un lavoro video con Franco Battiato hanno caratterizzato una fase di lavoro molto densa e ricca di nuovi stimoli creativi, documentata in un cd più dvd (Amara terra mia – Radiofandango / Cosmasola) di grande fascino.
Nel 2007, la pubblicazione de “L’immagine di te” (Radiofandango / Cosmasola) disco di canzoni inedite prodotto da Franco Battiato che  porta a compimento una vera e propria svolta pop, consolidando la collaborazione con l’etichetta di Domenico Procacci, Radiofandango, avviata con l’operazione  “Amara terra mia”.
Tra il 2008 e il 2009 una serie di produzioni speciali su alcuni dei più importanti palcoscenici italiani con attori come Valter Malosti nello spettacolo Con le radici al Cielo o con scrittori come Carlo Lucarelli in Note sull’Ottava Vibrazione. Inoltre la formazione è  stata impegnata ne Le  Porte dell’Occidente, progetto di residenza teatrale che si è svolto nel castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari. L’attività dei Radiodervish ha trasformato il castello in un contenitore culturale, luogo privilegiato di incontro e dialogo fra  linguaggi e culture , attraverso un percorso artistico che ha coinvolto numerosi ospiti nazionali e internazionali lasciando un segno nel processo creativo di Beyond the Sea.
Infine una tournée assieme all’Orchestra Araba di Nazarteh che ha debuttato a Maggio 2009 sul palcoscenico dello storico  Tzavta Theater di Tel Aviv e proseguito in Italia nel mese di giugno.
Oggi, la pubblicazione di “Beyond the Sea” (2009 - Princigalli Produzioni / Il Manifesto) sancisce la maturità musicale dei Radiodervish: una nuova fase di quella Babilonia dell’anima dalla quale i Radiodervish provengono e alla quale continuamente si riferiscono. Prodotto da Saro Cosentino, il nuovo disco di canzoni inedite, segna il loro ritorno a sonorità raffinate e a testi multilingue in  arabo, inglese, francese, spagnolo e italiano che raccontano di attraversamenti reali o immaginari.

Discografia:

1998 Lingua contro lingua (Dischi del Mulo/PolyGram, ristampato a maggio 2005 per Cosmasola/Il manifesto Cd) presentato al Salone della Musica di Torino e vincitore del Premio Ciampi come miglior debutto discografico dell’anno;
2001 In acustico (Princigalli Produzioni/Cosmasola) una raccolta dei brani più famosi del gruppo, fin dagli esordi come Al Darawish,registrata dal vivo all’Auditorium Vallisa di Bari;
2002 Centro del Mundo (Cosmasola/Il Manifesto) segna il momento di maggiore visibilità ed affermazione del gruppo sul panorama musicale nazionale ed internazionale con un forte successo di pubblico e di critica;
2004 In search of Simurgh (Cosmasola/Il Manifesto) un progetto speciale prodotto da Saro Cosentino e ispirato ad un classico della letteratura mistica sufi, Il verbo degli uccelli di Farid ad din Attar (XII secolo);
2006 Amara Terra Mia (Radiofandango) parole e musiche che raccontano di terre, viaggi, partenze, approdi, dell’essere umano in costante movimento. Il disco (cd + dvd) contiene versioni inedite di 2 classici di Domenico Modugno, la registrazione live  dello spettacolo con Giuseppe Battiston, il video di “Amara Terra Mia” con la regia di Franco Battiato;
2007  L’immagine di te (Radiofandango) prodotto da Franco Battiato, intende dar voce alla realtà di un’Italia multietnica, meticcia, terra di frontiera tra Europa e Mediterraneo. Ospiti Caparezza ed Alessia Tondo.
2009  Beyond the Sea (Princigalli Produzioni/Il Manifesto) il nuovo disco di canzoni inedite che segna il loro ritorno a sonorità raffinate e a testi multilingue in arabo, inglese, francese, spagnolo e italiano che raccontano di attraversamenti reali o immaginari.

Principali compilation e partecipazioni:

2000 Dolcefarniente nel singolo di Jovanotti la versione medley di Stella Cometa duettata da Lorenzo e Nabil e la versione in  arabo interamente cantata da Nabil;
2004  Harem’s Secret. Emotional and sensual oriental grooves (Soulstarrecords). Pubblicata in Germania a cura di Gulbahar Kultur, una compilation  di musica orientale moderna e tradizionale, che include il brano Erevan da Centro del mundo;
2004 La Notte della Taranta-Live in Melpignano 17.08.2003 ( Ponderosamusic&art, Princigalli Produzioni); registrazione del concertone diretto da Stewart Copeland include l’interpretazione di Lu Rusciu de lu Mare, brano della tradizione salentina;
2006 Montecarlo nighst presents new classics vol.2 (Emi music Italy). Raccolta di brani selezionati dalla celebre trasmissione  radiofonica include Tu si na cosa grande tratta dall’album Amara Terra mia;
2008 Il Passato è una Terra straniera OST (RadioFandango). Include il brano Babel in cui i Radiodervish ospitano Caparezza, tratto dal disco L’Immagine di Te;
2008 La Giusta Distanza OST (Radiofango). Include il brano Erevan tratto dal disco Centro del Mundo;
2009 The Nightfly Nice One! Two! Three! (Sonymusic) Triplo cd che raccoglie una selezione a cura del famoso dee jay Nick The  Nightfly e include il brano L’Immagine di Te tratto dal disco omonimo.

Rai.it

Siti Rai online: 847