GazzetTinto

[an error occurred while processing this directive]

Mirco Favaretto

Mirco Favaretto ha 35 anni e viene da Venezia.

Oggi fa più chic definirlo “street food” ma da buon veneziano quale sono preferisco chiamarlo “calle food”. Siamo stati noi ad inventarlo con i nostri cicchetti pensati proprio per passeggiare tra le calli”.

Da bambino “pasticciava” nel tentativo di apprendere i segreti di mamma Graziella, sua musa ispiratrice. Esordisce a Jesolo a 16 anni, gli facevano mantecare il risotto con lo yogurt…   Ricorda le mestolate sui gomiti di uno chef vecchio stampo a Castelfranco Veneto, ripensa alla sua vecchia “Osteria da Mirco” la cui specialità era la carne “de musso” (carne di asino). Rivive le tante stagioni presso i locali blasonati della Liguria e della Toscana. Le imprese all’estero, prima in Bavaria alla guida di un piccolo ristorante poi a Edinburgo ed infine a Londra . A Venezia ha lavorato al  Danieli ed al Gritti dove ha appreso l’arte dell’impiattamento. Attualmente presso il Cammello, storico ristorante di Preganziol (TV), Mirco organizza serate “Street&Chic”.

Da buon veneziano, è rimasto affezionato al concetto di “cicchetteria” e propone pertanto stuzzichini a base di pesce, carne e verdure per trasmettere il gusto ed il piacere di mangiare bene, seppur in un “piccolo” formato. Gettonatissimi il baccalà mantecato e le sarde in saor. “Mi piace pensare al cibo anche come un accessorio da passeggio: occhiali, cellulare e frittura alla chioggiotta nel suo scartosso!” Nel tempo libero, coccola i suoi cani: Tea e Tobia. Ama andare in vacanza in montagna, praticare il trekking e sciare .