RaiUno_logo
VUOI PARTECIPARE COME CONCORRENTE ALLA PROSSIMA EDIZIONE DE “LA PROVA DEL CUOCO (LOGO)”? CHIAMA LO 02 89919903

GazzetTinto

Castagnole alle mandorle vs Castagnole

Anna contro tutte Anna Moroni Sandra Rossini

    » Segnala ad un amico

    Tipologia: Dessert
    Tempo di preparazione: 1 ora
    Cuoco: ANNA MORONI
    Difficoltà: Difficile
    Rubriche: Anna contro tutte

    Ingredienti:

    Procedimento:
    Anna Moroni

    Castagnole alle mandorle 

    Ingredienti: 
    500 g farina “00”120 g zucchero2 uova grandiscorza di limone grattugiato80 g farina di mandorle½ bustina lievito per dolci50 g latte50 g maraschino1 pizzico di sale75 g burro fuso freddoOlio d’arachide per friggere

    Montare in planetaria le uova con lo zucchero, unire il burro e le zeste e continuare a montare. Mettere la foglia ed unire le mandorle, il sale e metà della farina setacciata con il lievito. Alternare liquore e latte al resto della farina fino ad ottenere una pasta della consistenza di una frolla morbida. Arrotolare bastoncini di circa 2cm e tagliare tronchetti di circa 2cm.  Friggere in olio profondo a 170°.  Passarle calde nello zucchero semolato e consumare tiepide.Assorbono pochissimo olio, tanto da sembrare cotte in forno. Si può aggiungere essenza di mandorle e sostituire il liquore.

    Sandra Rossini

    Castagnole

    Ingredienti per 25 castagnole:
    300 g di farina 00300 g di zucchero3 uova½ bustina di lievito istantaneo300 g di ricotta ovina2 limoni non trattati2 arance non trattate2 cucchiai di rhum1,5 l di olio di semi di arachidi1 baccello di vaniglia

    Procedimento:
    Frullare (con frusta elettrica) zucchero e uova, unirvi la ricotta e montare bene. Aggiungere all'impasto, sempre montando, la farina, il lievito, la scorza del limone, la scorza dell'arancia, la vaniglia e il rhum. Far scaldare l'olio in un tegame profondo e, una volta caldo, con l'aiuto di 2 cucchiai, fare delle palline e friggerle velocemente. Scolarle e metterle su un piatto rivestito di carta assorbente. Alla fine cospargerle di zucchero a velo.