Logo Rai3

Gli Autori

Stefan Zweig

Stefan Zweig nasce a Vienna nel 1881. Figlio di un industriale ebreo, ebbe una raffinata formazione culturale, arricchita da viaggi in tutta Europa. Inizio’ precocemente l’attivita’ letteraria traducendo Baudelaire e Verhaeren, e collaborando con diversi periodici. Allo scoppio della prima guerra mondiale assunse una posizione pacifista. Dal 1917 fino alla fine della guerra passa la maggior parte del tempo in Svizzera, in particolare a Zurigo e Ginevra, dove intrattiene contatti con Hesse, James Joyce e Ferruccio Busoni.

Dopo la guerra torna in Austria e si stabilisce a Salisburgo. In questo periodo inizia il suo grande successo come scrittore e Zweig diventa l'autore più tradotto nel mondo del suo periodo. Ripetutamente, in quei tempi, trascorre dei periodi in Italia e Francia. Nel 1933 le opere di Zweig vengono bruciate dai nazisti. Zweig era fiero di condividere questa sorte con personaggi celebri come Thomas e Heinrich Mann, Franz Werfel, Sigmund Freud e Albert Einstein. Nel 1934 lascia l'Austria ed si stabilisce a Londra senza la sua famiglia.

Nel 1938, dopo l'annessione dell'Austria, chiede la cittadinanza inglese. Nello stesso anno divorzia da sua moglie Friderike, e nel 1939 sposa Lotte Altmann, con la quale si trasferisce a New York nel 1940, ben sapendo che non avrebbe più rivisto l'Europa. L'anno seguente si spostera’ a Petrópolis in Brasile. Qui si suicida insieme alla sua seconda moglie Lotte, il 23 febbraio 1942.

Rai.it

Siti Rai online: 847