Procedimento: La mela è un frutto di forma e colore vari. La coltivazione del melo, che appartiene alla famiglia delle Rosacee, ha origine in Asia centrale e risale all'età della pietra; le varietà di mele oggi commercializzate sono più di mille. La mela è il frutto più destagionalizzato (si trova in commercio durante tutto l'anno) e ciò richiede la presenza di impianti che provvedono alla conservazione e ne distribuiscano la disponibilità su di un ampio arco di tempo. La maturazione naturale varia da fine agosto a metà ottobre.Facendo un'analisi dei composti fitochimici della mela (sempre presenti nelle bucce) si è potuto verificare che in questo frutto è presente un vero patrimonio di sostanze antiossidanti e protettive nei confronti del cancro. I ricercatori hanno attribuito la gran parte delle proprietà benefiche delle mele alle bucce, piuttosto che alla polpa fresca. Ecco perché occorre acquistare mele biologiche e mangiarle con la buccia. Grazie alla buona digeribilità la mela è tra i pochi frutti che possono essere mangiati in qualsiasi momento della giornata e della notte senza scrupoli.Le mele sono molto coltivate in tutto il territorio italiano, ma sono tradizionalmente concentrate nelle regioni montane e pedemontane, in modo particolare in Valle d'Aosta, in Piemonte, in Veneto, in Trentino Alto Adige e Sud Tirolo. Il Trentino è una fertile terra dove, il clima particolare e la perfetta esposizione al sole dei frutteti, consentono di ottenere un prodotto molto saporitoLe mele hanno avuto una forte espansione, guadagnando anche le zone più fertili della pianura Padana, come ad esempio la Romagna e la Lombardia. Procedimento:
La mela è un frutto di forma e colore vari. La coltivazione del melo, che appartiene alla famiglia delle Rosacee, ha origine in Asia centrale e risale all'età della pietra; le varietà di mele oggi commercializzate sono più di mille. La mela è il frutto più destagionalizzato (si trova in commercio durante tutto l'anno) e ciò richiede la presenza di impianti che provvedono alla conservazione e ne distribuiscano la disponibilità su di un ampio arco di tempo. La maturazione naturale varia da fine agosto a metà ottobre.Facendo un'analisi dei composti fitochimici della mela (sempre presenti nelle bucce) si è potuto verificare che in questo frutto è presente un vero patrimonio di sostanze antiossidanti e protettive nei confronti del cancro. I ricercatori hanno attribuito la gran parte delle proprietà benefiche delle mele alle bucce, piuttosto che alla polpa fresca. Ecco perché occorre acquistare mele biologiche e mangiarle con la buccia. Grazie alla buona digeribilità  la mela è tra i pochi frutti che possono essere mangiati in qualsiasi momento della giornata e della notte senza scrupoli.Le mele sono molto coltivate in tutto il territorio italiano, ma sono tradizionalmente concentrate nelle regioni montane e pedemontane, in modo particolare in Valle d'Aosta, in Piemonte, in Veneto, in Trentino Alto Adige e Sud Tirolo. Il Trentino è una fertile terra dove, il clima particolare e la perfetta esposizione al sole dei frutteti, consentono di ottenere un prodotto molto saporitoLe mele hanno avuto una forte espansione, guadagnando anche le zone più fertili della pianura Padana, come ad esempio la Romagna e la Lombardia. 




]]>