Logo Rai3

Aspettando la fase finale

Puntate integrali

STEFANO TRUCCO

LA STORIA: PAPA BERGOGLIO

Ospite: Don Gino Rigoldi

Tema: Scrivere l’incipit di un romanzo il cui protagonista è un omosessuale che ha appena letto una frase di Francesco che dice: “Chi sono io per giudicare un gay?”. Così, decido di andare a Piazza San Pietro.

 

Addio, sono una donna morta. Al mondo, almeno.

Fra il cercare l’amore in tutti i posti sbagliati e le devastazioni della mezz’età, particolarmente atroci con noi ragazze, la vita era un po’ un deserto. Sesso, amore, amicizia – niente.

Finché ecco il Papa nuovo che dice “chi sono io per giudicare?” e parla proprio di me. Chi cerca (cosa, esattamente?) sarà sempre accolto dalla Chiesa.

Guardo il mio puntaspilli di peluche a forma di San Sebastiano, il nostro santo patrono  non autorizzato, e decido una gita domenicale a piazza San Pietro –  la prima in decenni.

Tanta gente ma, diciamolo, il cattolico medio non mi buca lo schermo. Guardie svizzere irraggiungibili.

Lui, poi, tanto simpatico ma senza l’impeccabile allure del povero Benedetto.

Ed ecco, lì davanti a me, Padre  Ralph di Uccelli di Rovo – uguale! – biondo, giovane e con tutti i grigi del clergyman a posto. Mi sento quarant’anni di meno.

“La prima volta che vieni?”, mi dice, e lo sventurato rispose.

Ma perché sventurato? Eccomi qui, che cerco l’amore all'ombra della Chiesa della mia infanzia e verso minestre ai poveracci alla Caritas. Meno bondage e più agape – forse era l’ora di quell’altro tipo di amore.

Ralph è ancora carinissimo con me e finché cercherò tutto andrà bene. Che l’avventura cominci.