GazzetTinto

[an error occurred while processing this directive]

Il poeta contadino Eugenio Barbieri: il miele

Pane e Pizza

    » Segnala ad un amico

    Rubriche: Pane e Pizza



    Procedimento:

    Inizieremo con una breve introduzione sul miele attraverso qualche cenno storico.
    Il suo utilizzo in campo medico ha origini molto antiche. Ancora più importante è il suo utilizzo nella cosmesi. L’uomo, attratto dalle proprietà conservanti del miele, ha pensato di traslare questa attitudine sull’uomo, nella speranza di ottenere l’eterna giovinezza.
    La fermentazione alcolica di una miscela di acqua e miele dà origine all’idromele, probabilmente la prima bevanda alcolica utilizzata dall’uomo. Una bevanda che, essendo naturalmente disponibile, ha deliziato anche molti animali.
    Ma il miele non è l’unico prodotto fornitoci dalle api. Faremo un breve cenno all'apiterapia, ovvero al trattamento di alcune malattie attraverso l’uso di prodotti derivati dall’instancabile lavoro delle api (cera, propoli, pappa reale e veleno), e sul suo legame con altre discipline della medicina non convenzionale, come l’omeopatia e l’agopuntura. In merito, sottolineeremo che ciò che verrà citato non ha alcuna valenza scientifica, per cui non è accettato dalla scienza medica. Queste informazioni avranno una semplice valenza informativa.
    Il discorso si sposterà sull’organizzazione sociale delle api in sciami, veri e propri macro organismi viventi. Passeremo brevemente in rassegna alcuni aspetti interessanti dei loro metodi di comunicazione, evidenziando come questi, sorprendentemente, non siano concettualmente così distanti da alcune forme codificate della comunicazione umana via web.