Foto Archivio APT Basilicata

Storia di Matera



Matera è città antichissima e la sua origine si perde nella preistoria. Dal belvedere di Matera,  il reticolo dei vicoli che attraversano i Sassi sembra un presepe naturale. Matera è nota come la "città sotterranea" per gli insediamenti della popolazione all’interno di grotte scavate nel tufo e, per la continuità di vita dal paleolitico ai giorni nostri, è ritenuta una delle più antiche del mondo.  Ai primi popoli nomadi affacciatisi sulla Murgia,  ne seguirono altri dediti alla pastorizia i quali si fissarono intorno al provvido serbatoio d'acqua chiamato lurio, e principalmente sulla Murgia Timone, sulla Murgecchia e sul colle della "Civita", occupando grotte e organizzandosi in villaggi trincerati. Proprio l'insediamento della Civita viene considerato il primo nucleo della futura città di Matera. La città è fatta di zone che risalgono ad epoche diverse: quella più antica, i Sassi, sono congiunti dallo sperone della Civita con il Duomo; la parte medievale - rinascimentale si sviluppa lungo "il Piano", ai bordi dei Sassi; c’è poi la città nuova, con rioni eleganti realizzati dai più noti architetti italiani.
Matera è una città molto vivace, creativa, una città dei nostri tempi, portatrice di una cultura che vive di fatti contemporanei e di storia antichissima. Moltissime sono le chiese materane edificate fra il XIII e il XIX secolo, con un gruppo più nutrito che riecheggia influenze barocche. S. Giovanni, S. Domenico e il Duomo sono le più antiche, con forti influssi di cultura romanica e pugliese. Otto mila ettari è la misura del territorio occupato da oltre 150 chiese rupestri scavate nel tufo, si tratta del Parco delle Chiese Rupestri del Materano dove il fascino della roccia si unisce all’eleganza delle decorazioni interne. La loro origine risale per buona parte all’Alto Medioevo quando si andava affermando un importante fenomeno nella società cristiana dell’epoca: il monachesimo.

Le vicende storiche di Matera sono evidenziate dalle abbondanti ed interessanti testimonianze raccolte nel Museo Nazionale di Matera, nel quale è possibile partire dai reperti del paleolitico inferiore e man mano giungere a quelli di epoca storica, greca e romana, anche se si rilevano lacune di notizie storiche prima del Mille. La città doveva aver raggiunto una sua fisionomia quando vi si insediarono le prime colonie greche e quindi con la dominazione romana

Fra un alternarsi di libertà e di soggezione con varie vicende di riscatti e di vendite, nel  1993 l'UNESCO ha dichiarato i Sassi di Matera “patrimonio dell'umanità da tramandare alle generazioni future”. Sempre nello stesso anno viene istituito il Parco Nazionale del Pollino.
Il 17 ottobre 2014 la città di Matera è stata proclamata Capitale Europea della Cultura per il 2019.

Rai.it

Siti Rai online: 847