Se uno sciopero tira l'altro

Gentilmente vorrei segnalare che in data odierna mi sono recata a piedi, per via dello sciopero dell 'atac, presso l' URP del Ministero Pubblica Istruzione per avere dei chiarimenti in merito all'inserimento nelle graduatorie, e con mia grande sorpresa ho trovato l'addetta in guardiania che mi ha riferito della chiusura di tale ufficio perché il personale non sapeva come sarebbe riuscito a venire. Peccato ci siano le macchine però e soprattutto ci dovrebbe essere il senso di rispetto e responsabilità di chi occupa un posto importante come quello. C'era solo il foglio con nome cognome e cell.re per venire contattati lunedi e già vi erano scritti una decina.
Da ieri sera il sito del ministero  non riportava alcun avviso e ancora adesso nulla nella home page. Quindi tutto il persobale Urp  ha approfittato quindi di uno sciopero che non era il loro, privando così  i cittadini di un servizio che doveva essere tenuto, dal momento che ripeto lo sciopero non è del pubblico impiego.
È una assoluta vergogna questo menefreghismo a danno solo di altri lavoratori e studenti. Desidero che venga letta in trasmissione domani la mia email quanto meno per rendere giustizia a un torto subito per l'irresponsabilità del personale e far sapere al ministro la situazione.
Rngrazio in anticipo per l'attenzione a questa segnalazione a seguito di una indegna privazione dei diritti. 

Cordialmente
D.ssa Elena Ratto 

Rai.it

Siti Rai online: 847