Promo: Ballando con le stelle 2017

Balli latino-americani

I balli

BALLI LATINO AMERICANI

Rumba
Si crede che l'origine della rumba sia un’unione del flamenco (portato dagli spagnoli a Cuba) e dei ritmi degli schiavi africani.
La parola rumba proviene dalla Spagna e originariamente non si riferiva al ballo, ma alle donne di strada, "donne di rumbo", indicando qualcosa di frivolo e pieno di pregiudizi. Il termine, era sinonimo anche di festa popolare e della musica che si cantava e ballava in queste feste. Successivamente si presero alcuni elementi di queste musiche e si diedero strutture più concrete a quella che si etichettò come rumba, che inglobò nel termine il guaguanco e la conga.
A Cuba esistono molti balli denominati rumba, ci sono tre stili: yambú, columbia ed il più conosciuto di tutti guaguanco. Il ritmo si sviluppa in compas di 4x4, cioè, in due tempi. Nel primo tempo si fanno due passi di mezzo tempo per uno (rapido) e nel secondo un solo passo (lento). Quest'ultimo si fa in mezzo tempo e nel mezzo seguente non si esegue il passo, ma si fa un movimento pelvico.
L'autentica rumba cubana non è un ballo da salone, inoltre, l'uomo e la donna ballano senza toccarsi. A causa della brutta reputazione che aveva questo ballo fra le classi più elevate, che la consideravano oscena, si sviluppò una forma di ballo da salone, i cui passi base avevano origine nei movimenti del danzón.
Negli Stati Uniti sorse un altro tipo di rumba detta lenta, che più tardi arrivò in Europa: questo stile è musicalmente un bolero un po' più rapido (chiamato bolero ritmico), il ballo è però simile al danzón.
Si può dire, quindi, che esistono due stili per ballare la rumba: la rumba lenta, più elegante e romantica; e la rumba cubana, più rapida e allegra. La posizione dei ballerini è simile agli altri balli caraibici come il merengue, cha-cha-cha e mambo: i corpi sono molto uniti e le braccia in stile tropicale.

Cha Cha
Il Cha-Cha-Cha fu creato dal violinista e direttore d'orchestra cubano Enrique Jorrín nel 1948, frutto dei suoi esperimenti sulla forma, la melodia e il ritmo del danzón. E' un ballo molto recente.
Il cha cha cha è un ballo intermedio, nè molto lento nè rapido, ciò lo rende facilmente ballabile a tutti, al contrario del Mambo, nel quale la musica è più rapida e il ritmo più complicato.
Il ritmo del cha-cha-cha si sviluppa in quattro tempi. I passi che si eseguono per ballare il cha-cha-cha sono semplici e facili da seguire. I passi che durano un tempo si chiamano lenti, quelli di mezzo tempo rapidi.
Il cha-cha-cha è un ballo tropicale con una grande diffusione nelle sale da ballo.
Il cha-cha-cha deriva dal mambo, per cui si possono fare tutte le figure e sebbene non tutte le posizioni del cha-cha-cha si possono fare nel mambo, ne hanno molte in comune.
Generalmente il cha-cha-cha risulta più lento, soave ed elegante rispetto al mambo.
Il "Cha Cha Cha" è una danza relativamente semplice da apprendere, ma i passi di base sono leggermente più complicati di quelli di altre danze. Il ritmo che viene contato durante l'esecuzione dei passi è: "due-tre-cha cha cha".
Passi base:
tempo 2: il ballerino con il suo piede sinistro trasferisce il peso del corpo in avanti, tenendo il piede destro fermo (la ballerina trasferisce il peso in dietro) .
tempo 3: il ballerino trasferisce il peso del corpo verso il dietro tenendo fermi entrambi i piedi (la ballerina trasferisce il peso in avanti).
tempo 4 e 1 (o cha cha cha) il ballerino esegue uno chassé verso la propria sinistra (la ballerina fa lo chassé verso la propria destra).
Si ricomincia invertendo il ruolo tra la ballerina e il ballerino.

Paso Doble
Nasce in Spagna all'inizio del 1900 come accompagnamento musicale alle sfilate delle quadriglie nello spettacolo di corrida.
Ritmato, spettacolare, veloce conserva in tutto le sue origini nelle sue figure: è l'interpretazione di ballo-come di una corrida spagnola: l'uomo è il torero, la donna è la cappa, il drappo rosso che eccita il toro.Il Signore e la Signora ballano unitamente intorno un toro immaginario, interpretando i movimenti di Flamenco e la corrida in un'arena.
La dama, docile e sottomessa, è dominata dai passi del cavaliere, che agile e potente non abbandona mai la donna sia nei volteggiamenti che negli scarti a destra e sinistra.
Venne inserito nella disciplina danze latino americane nel 1954. Le figure costruite per questo ballo sono di grande spessore artistico, tutte ispirate alle azioni del torero nella lotta contro il toro. Non è facile ballare il paso doble se non si entra nello spirito giusto. In questa danza sono coinvolte tutte le parti del corpo: le gambe, le mani, lo sguardo, il volto nel suo insieme. Il cavaliere deve dimostrare carattere e forza fisica notevoli. Il corpo della dama deve essere scattante: docile e nervoso.
Il paso doble, nonostante sia un tipico ballo da competizione, ricco di figure difficili, ha sempre riscontrato un largo successo popolare.
Letteralmente tradotto "Paso Doble" significa "raddoppia il passo", un ballo di coppia vivo spagnolo con le figure semplici alla musica di marching. Da 1910 Paso Doble in una forma stilizzato è stato steso in parecchi in paesi Europei e latini Americani, di chi la musica si è arricchita con gli elementi di Fandango e col Flamenco.
Tutti i passi sono eseguiti con la tensione della muscolatura totale. Soltanto così i movimenti brevi e veloci tipici per questo ballo e le pose controllate possono essere ballati.
Paso Doble è ballato in 2/4 nel ritmo slow-slow. La velocità varia tra 60 e 62 battiti per il minuto, nel ballo di torneo di 62 battiti per il minuto.

Jive
Fa parte del genere Jitterburg (da jitters, nevrastenia) nasce in America dopo la prima guerra mondiale. Detto anche lindy pop il jie_lindy pop fu inventato ad Harlem la notte del 21 maggio del 1927 al Savoy Room. Si festeggia la transvolata atlantica di Charles Lindbergh, atterrato sano e salvo a Parigi. Dopo la seconda guerra mondiale diventò una delle discipline più prestigiose tra i latino americani.E’ il ballo più movimentato fra le danze latino-americane. Il suo ritmo è frenetico, le sue figure richiedono stile, resistenza fisica, forza ed elasticità. L'uso delle mani ha un ruolo determinante non inferiore a quello dei piedi.
Nello slang di africani il "Jive" di termine (come il Jazz o il Funk) significa delle emozioni sessuali o l'estasi. Come un successore di Jitterbug e Boogie-Woogie, il Jive è stato portato all'Europa dai soldati Americani di 1940.
Si è sviluppato in Gran Bretagna ed è stato finalmente integrato nel programma di competizione di ballo latino.
La musica del Jive mostra la sua origine africana, col suo via dà accentuazione al battito 2 e 4. Il Jive è stato l'origine dell’acrobatico atletico Rock'n'Roll.
Nel 1940 alcuni soldati Americani hanno portato questo ballo americano in Europa. Diventato popolari in tempi brevi, grazie allo stile e al movimento aperto assieme ai salti acrobatici. Il Boogie era la musica dominante dopo la guerra, ma è stato spesso rifiutato come un ballo ordinario. Bisognava trovare una forma moderata per fare questo stile di ballo socialmente accettabile. Gli inglesi hanno sviluppato il Jive, elegante e vivo, con una musica più lenta.
Nel 1968 Jive venne stato accettato nel quinto luogo dei balli di competizione latini. Le coppie accentuano con i passi gli accenti musicali ed i corpi sono tenuti dritti. Tra il torso e tra le gambe, dovrebbe formarsi un piccolo angolo. I passi consistono principalmente in elementi del Rock (il passo di culla) ed è ballato in 4/4.

Samba
Etimologicamente la parola samba ha una duplice derivazione. Per alcuni deriva dal termine “zampo”, che serviva ad indicare due categorie di brasiliani: quelli di discendenza negra ed i meticci del filone indios. Per altri deriva dalla parola “samba”, che sta ad indicare quel particolare movimento del bacino di alcuni balli tipici dell'Angola portoghese. Più probabile che derivi da questa seconda discendenza.
Arrivato in Brasile, infatti, la samba diventò il ballo degli schiavi importati dall'Angola e dal Congo per lavorare nelle piantagioni della canna da zucchero.
Nato come ballo sociale, solo successivamente diventò ballo di coppia. Approda in Europa nel 1920 mentre, a Rio de Janeiro, già da qualche anno era esploso nelle prime scuole che preparavano i carri per il carnevale. La sua diffusione di massa avveniva solo più tardi.
Acquisiva una forma compiuta solo dopo la seconda guerra mondiale con il riconoscimento di specialità nelle danze latino americane.
Trascinante, effervescente, pieno di vitalità, è il ballo della seduzione: la donna mostra il suo corpo e la sua grazia mentre l'uomo, girandole intorno, se ne compiace e a sua volta mostra la propria abilità e simpatia per sperare di essere accettato.
Il "Samba" è un termine collettivo per più di 100 modi di ballo brasiliani ed ha le sue origini nei riti africani. Il modo di ballare samba in Europa, è un modo molto semplificato rispetto alla grazia elegante del Samba originale. I ballerini dell’Europa centrale hanno alcune difficoltà ad imparare i movimenti nati nell’America del sud.
Il Samba è ballato in 2/4-volta nel ritmo slow-and-slow. La velocità varia tra 48 e 58 battiti per il minuto, nei tornei 54 battiti per il minuto


Rai.it

Siti Rai online: 847