"Mandilli de sea" - "Mandilli de Saea" (lasagnette) al pesto Anna contro tutti Anna sfida Ivano Ricchebono Ingredienti: "Mandilli de sea" Ingredienti: 250 g di farina un cucchiaio di semola 2 uova sale Per il pesto: uno spicchio d'aglio 2 dl di olio extravergine d'oliva ligure 30g di pecorino sardo 60g di parmigiano reggiano 60g di pinoli 200g di foglie piccole di basilico sale "Mandilli de Saea" (lasagnette) al pesto Ingredienti per 4 persone: Per la pasta: 200g di farina "00" 2 uova sale q.b. Per il pesto: 1 manciata di foglie di basilico genovese D.O.P. 20g di pinoli 1 o 2 spicchi di aglio (a seconda dei gusti) 40g di formaggio grana stagionato 10g di pecorino sardo o fiore sardo sale grosso q.b. 3 cucchiai di olio extravergine di oliva della riviera ligure Per la cottura della pasta: 200g di patate tagliate a pezzi 50g di fagiolini Media Anna contro tutti Primi Piatti 40 min Procedimento: "Mandilli de sea" Setacciate la farina a fontana sulla spianatoia, mettete al centro la semola e le uova sbattute con un pizzico di sale e lavorate gli ingredienti finché avrete ottenuto un impasto liscio e sodo. Formate una palla, avvolgetela in un telo umido e fatela riposare per almeno mezz'ora. Sbucciate l'aglio, lavate il basilico e spezzettate i formaggi. Riunite tutti gli ingredienti per il pesto nel mixer e frullate a bassa velocità, fino a ottenere una salsa omogenea. Salate poco. Stendete la pasta con il matterello in una sfoglia sottile e tagliatela in quadrati di 8-10 cm. Lessateli in abbondante acqua bollente salata; scolateli a uno a uno e condire con il pesto. Io farò anche del baccalà mantecato con fichi secchi per accompagnare. "Mandilli de Saea" (lasagnette) al pesto Amalgamare la farina con le uova e il sale fino ad ottenere una pasta omogenea. Con l'aiuto del mattarello stendere la sfoglia in modo molto sottile e ricavare dei quadrati grandi come fazzoletti. Pestare nel mortaio con un pestello di legno l'aglio e i pinoli fino ad ottenere una crema. Aggiungere poco alla volta le foglie di basilico lavate e accuratamente asciugate e qualche granello di sale. Da questo momento non pestare più con il pestello ma amalgamare le foglie con un movimento rotatorio sulle pareti del mortaio. Lavorare il tutto fino ad ottenere una crema. Aggiungere il grana e il pecorino sardo, amalgamare il tutto con l'aiuto di un cucchiaio e ultimare con olio extravergine d'oliva versato a filo. Cuocere i "mandilli de saea" in acqua bollente salata con le patate e i fagiolini tagliati a pezzetti. Versare il pesto in un contenitore diluendolo leggermente con un po' d'acqua di cottura della pasta. Condire le lasagnette con il pesto e finire con una spolverata di grana grattugiato. Procedimento:

“Mandilli de sea”

Setacciate la farina a fontana sulla spianatoia, mettete al centro la semola e le uova sbattute con un pizzico di sale e lavorate gli ingredienti  finché avrete ottenuto un impasto liscio e sodo. Formate una palla, avvolgetela in un telo umido e fatela riposare per almeno mezz'ora. 
Sbucciate l'aglio, lavate il basilico e spezzettate i formaggi. Riunite tutti gli ingredienti per il pesto nel mixer e frullate a bassa velocità, fino a ottenere una salsa omogenea. Salate poco.
Stendete la pasta con il matterello in  una sfoglia sottile e tagliatela in quadrati di 8-10 cm. Lessateli in abbondante acqua bollente salata; scolateli a uno a uno e condire con il pesto. 
Io farò anche del baccalà mantecato con fichi secchi per accompagnare.

“Mandilli de Saea" (lasagnette) al pesto

Amalgamare la farina con le uova e il sale fino ad ottenere una pasta omogenea. Con l’aiuto del mattarello stendere la sfoglia in modo molto sottile e ricavare dei quadrati grandi come fazzoletti.
Pestare nel mortaio con un pestello di legno l’aglio e i pinoli fino ad ottenere una crema. Aggiungere poco alla volta le foglie di basilico lavate e accuratamente asciugate e qualche granello di sale. Da questo momento non pestare più con il pestello ma amalgamare le foglie con un movimento rotatorio sulle pareti del mortaio. Lavorare il tutto fino ad ottenere una crema. Aggiungere il grana e il pecorino sardo, amalgamare il tutto con l’aiuto di un cucchiaio e ultimare con olio extravergine d’oliva versato a filo.
Cuocere i “mandilli de saea”  in acqua bollente salata con le patate e i fagiolini tagliati a pezzetti. Versare il pesto in un contenitore diluendolo leggermente con un po’ d’acqua di cottura della pasta.
Condire le lasagnette con il pesto e finire con una spolverata di grana grattugiato.

 

]]>